NON è ANCORA FINITA.

Risultati immagini per NUMERI

“Non è ancora finita, mi dicevo fino a circa fine ottobre dell’anno precedente”. Certe volte non ci rendiamo conto quando le cose stanno per finire perché evidentemente noi siamo più avanti di chi ci è accanto, della persona che crediamo di avere accanto!

Come è potuto succedere che non mi sia resa conto che qualcosa mi stava sfuggendo dalle mani? Come facevo a non rendermi conto che il tempo va “CONDIVISO” e non “REGALATO” a chiunque?! Era infatuazione o amore? E se fosse stato amore perché dopo pochissimo tempo ti sei lasciata a dosso tutto?! Amelie, lo amavi?! Amavi questo benedetto ragazzo 11 anni più grande? Può essere considerato un “ex-ragazzo?”

 

“Non lo so, non penso, si , no,cioè penso di no”.

Amelie, che contraddizione umana che sei! Dai per una volta ammetti che questo era il “tuo” ragazzo nascosto a tutti e questo ti piaceva da morire, ti piaceva la clandestinità e questo lascia e prendi continuo, questo tuo dominare sulla coppia e decidere in qualche maniera il non vedersi, il vedersi e decidere il ruolo che avevi quella giornata, se eri cioè una semplice amica o una sua ipotetica ragazza.

 

<<Ebbene si, lo ammetto!

Io penso che l’ho amato! Però so di averlo amato in maniera strana; so che è incredibile e ci penso dall’anno scorso. Mi chiedo spesso, ancora tutt’ora come l’abbia amato e ogni singola volta mi rispondo con una semplice frase ma che fa al caso mio:

nella vita esistono diversi tipi di amore e il suo era un tipo di amore, non l’amore in sé!

Per me esiste molta differenza tra l’amore in sé e amare in mille modi:

-amore in sé: per amore in sé indico il vero e proprio concetto intrinseco del termine, cioè amare a 360 gradi una persona; Ecco, ogni qual volta io penso all’amore in sé penso ad un nome, un nome molto importante per me: THèO!!!!!

amare in mille modi: amare solo una sfaccettatura delle mille facce dell’amore!  lo amavo perché ero io a scegliere di stare bene con lui, non lui con me; ero io a volerlo fare innamorare, ma non di me, dell’amore più in generale. Quell’amore insomma che tu provi per una persona che vorresti un giorno sposare!!!  Io sono stata felice con lui, stavo bene per quei pochi momenti insieme; la cosa che ammetto mi piacesse di più era quello che non avevo vincoli, nel senso che era lui a cercarmi e non io; era lui che si ingelosiva nei miei confronti se conoscevo qualcuno, se parlavo con un ragazzo della mia età. Bene, io credo che lui avesse paura di me, del mio carattere così convulso, indeciso, deciso, lunatico e forte! Sapeva bene che quando mi impuntavo per qualcosa non c’era verso di farmi cambiare idea, specialmente se io capivo prima ancora che lui mi dicesse tutto. Mi piaceva il fatto che mi abbracciava a letto e mi stringeva molto forte, come se fossi davvero il suo amore! Io so che lui ci tiene molto a me, ancora tutt’ora si vede che ci tiene; non a caso mi chiede sempre come sto quelle pochissime volte che ci incontriamo,mi guarda con degli occhi di chi ci tiene, di chi spera ancora qualcosa, mi chiede ogni qual volta se io voglio vederlo, se possa succedere ancora qualcosa.  Ma la mia decisione quel fine Ottobre mi ha sempre fatto rispondere: “ io non sono quello che tu vuoi, tu vuoi me ma io sono uno spirito libero che non ti appartiene, non voglio incatenarmi con te che non sai gestirmi, non sai capirmi il più delle volte e non saresti il papà dei miei figli un domani! Per quanto tu possa essere stato dolce con me e, a tal proposito, ricordo ancora una frase che mi colpì molto: quando penso a me e te un domani, penso che con te potrei fare un bambino, ti vedo mamma, ne hai tutto l’aspetto! Hai un carattere molto forte, deciso e sai quello che vuoi; quando penso a lei purtroppo non penso,non penso la stessa cosa ed infatti voglio aspettare il più possibile ma non perché non ne sarebbe capace, ma non saresti tu!

Beh una persona senza interesse, che non tenesse a me non mi avrebbe mai detto una cosa simile soprattutto visto che lui mi ha sempre detto le cose chiare così come stavano! io non so davvero perché lui ancora resti fidanzato se pensa una cosa così forte nei confronti di quella ragazza!

Ci siamo incontrati con lui quest’estate al mare, ognuno con i rispettivi fidanzati e anche quest’estate mi guardava in quella maniera, quella maniera di chi mi volesse dire qualcosa,di  parlarmi ma, evidentemente, non poteva! Abbiamo ripreso questo discorso un pomeriggio,quando eravamo ad un funerale insieme! Si presentò al solito suo, molto disinvolto e con il sorriso addosso. Mi chiese come stavo e se, ovviamente, fossi fidanzata. Mi disse che mi aveva incontrato al mare e che io non l’ho salutato, che lui mi ha guardata alcuni minuti ma c’era il mio ragazzo che gli stava con  gli occhi puntati. Mi ha raccontato altre cose, che aveva preso casa,  e che aveva comprato una macchina nuova, Che andava tutto bene nella sua famiglia e che al solito era fidanzato ma il suo amore era a periodi nei confronti di lei!

Mi ha sorpreso quel giorno dicendomi: Una persona che ha questo carattere e agisce in un determinato modo non può che continuare a fare così, non può cambiare! Mi rendo conto oggi che aveva ragione tanto è vero che, ha continuato e continua a tradire la sua ragazza giornalmente.

Sono felice di avere preso quella decisione, che è stato corretto e giusto abbandonare questo tipo di amore nei suoi confronti semplicemente perché lui non si merita l’amore. Lui ha sempre dato tutto per scontato, una carezza, un tiamo e gli abbracci! Ma non è così che funziona tra due persone che si amano. Lui non la ama e la illude solamente, che tristezza! Dovrebbe lasciarla andare, ha una vita ancora davanti,ha solo 24 anni e lui non fa altro che tenerla a sé, probabilmente perché è l’unica ancora a crederlo.

|l’amore è cieco e non ti fa vedere quando già una storia è finita da tempo; tutto vero!|

Spero che un giorno troverai il coraggio, il coraggio di essere finalmente adulto e prendere le tue decisioni in maniera più responsabile possibile!

Addio  tenero amore, non ti dimenticherò mai! Sei stato per me quello che non voglio più incontrare nel mio cammino: LA MENSOGNA!

Lo ammetto, non è ancora finita! Non è ancora finita in me la voglia di continuare ad amare nonostante mi sia pentita a volte di questa storia con un ragazzo 11anni più grande!>>

“20vs 31: l’età che avevamo costruito insieme è finita; ti sono sfuggita e non mi prenderai più”

addio.

Scuse.

Eccomi, finalmente dopo tanto tempo sono riuscita ad aprire questo blog, a rileggere tutti gli articoli passati e a sentirmi in colpa per non avere scritto più niente.

E’ passato circa un anno e mezzo e sapete quante cose sono cambiate…

forte della consapevolezza che vi ho abbandonato, ho cercato di prendere una strada diversa da quella già intrapresa, mi trovo qui oggi a dirvi come è finita, a raccontare cosa sia successo, cosa mi è successo per non scrivere più!

Un milione di scuse a tutti quelli che fino ad adesso mi hanno seguito e sono tornati sul mio blog per leggermi ma non hanno trovato risposta!!

Saprò stupirvi, credetemi!

IL BLOG è UFFICIALMENTE (DI NUOVO) ATTIVO, SIA DENTRO /DI ME/ CHE FUORI.

Un abbraccio caloroso,

presto pubblicherò un articolo degno di nota.

+4: Questione di numeri pt3.

La nostra fuorviante relazione.

La nostra fuorviante relazione.

” Io te e l’età che abbiamo creato insieme”.

+4: Si sono già passati quattro mesi dal giorno in cui ci siamo dati quel bacio alla Rinascente. Strano vero? Sembrava tutto così impossibile che quando tutto questo è successo non mi sembrava vero… eppure eccomi ancora qua a scrivere di un certo ‘Noi’, un Noi che ancora non è nè stabile nè  tranquillo ma al contrario,sempre di corsa nè sereno, sempre pieno di lascia e prendi continui. A volte mi chiedo se mi pensi, se mi pensi come la bambina che è dentro di me o come la piccola grande donna che ogni tanto faccio uscire fuori confondendoti le idee. 

Lunedì 2015_19_10_: 23-50_01-15.

Ho capito che Ti amo, che non è un gioco…  Mi sono innamorata di Te, non posso più negarlo  a me stessa ne a te, sei quello che voglio adesso, sei la mia più grande paura ma anche il mio desiderio costante e irrefrenabile.

 

Questione di numeri pt.2

In questi giorni così strani  e confusi come quando cerchi di vedere oltre ma non ci riesci, come quando non sai cosa farai della tua vita mi guardo di nuovo allo specchio e spunti tu: ri_eccoti.

Buongiorno bell’anima, caffè?! ❤️

18 enne, versus 30enne: mi ritrovo nuovamente catapultata in questa storia che riemerge dopo tanto tempo, io e te “in un’unica età, quella che abbiamo creato insieme.”

3, 9, 15.. Strano,tutti numeri divisibili per 3 e per se stess0. Coincidenze?! Non direi.

Comincio a ricordare qualcosa nella mia mente come un giovedì di settembre, un pomeriggio strano direi, il caldo estivo pungente, le persone intorno sembrano indaffarate, corrono e si dimenticano che esisti tranne una: quella che mi sta venendo a prendere per stare insieme  e per “andare a prendere l’orologio”.  Decisi  di punto in bianco, pensai che non avevo niente da perdere, volevo solo il mio orologio e basta. Casa sua,cinque minuti per parlare o per meglio dire dialogare del nulla vista la nostra vicinanza_lontananza che ci univa in quel momento, orologio recuperato eppure nonostante quell’orologio fosse più importante di Lui mi mancava qualcosa, qualcosa che solo lui poteva darmi… Non so bene che cosa fosse eppure si avvicinò, mi abbracciò e cominciò a baciarmi ed io nonostante fossi arrabbiata con lui indirettamente lo baciai, mi feci abbracciare e mi lasciai coccolare perchè so che in fondo anch’io avevo bisogno di lui,come lui aveva bisogno di me. La voglia di stare insieme non basta più, sappiamo benissimo che entrambi vogliamo qualcosa di più ma silenziosamente diciamo che non è ancora il momento di stare insieme. Ci lasciammo con un mezzo sorriso ma che in realtà per me era tristezza infinita: “non sei disposto a rischiare per una 18 enne, ti sembro bambina vero?! ” pensai questo quando scesi da quella macchina quel giorno ma non ebbi il coraggio di dirgli che lo amavo, ero confusa e non sapevo che cosa volevo nemmeno io.

Mi ri-guardo allo specchio: vedo me stessa, una ragazza semplice, sistemata, studiosa, con un carattere forte tra le mani e penso: come posso essermi infatuata di Lui?! Che cos’ha di così accattivante o particolare per me?! Perché mi piace da circa tre anni e nonostante tutto, persone incluse,  mi ritorna sempre?! Con Lui sono diversa, più dolce e grande. Forse è questo quello che voglio da Lui: Amore, sì già,  deve esserlo per forza.

Mi sposto dallo specchio e comincio a passeggiare in camera mia, come se dovessi fare qualcosa ma non ricordo bene che cosa. Di punto in bianco un brivido mi corre lungo la schiena, il cuore batte improvvisamente più forte e un’immagine mi passa alla mente: io e te, 9,7,15, casa tua, i vestiti lasciati a terra a casaccio, la voglia di viverci, di amarci anche solo per un pomeriggio, 2 ore.

– “vado a farmi la doccia.. c’è caldo e poi così sono pronto per andare in palestra”                                                                _”ti fai la doccia senza rendermi partecipe?! amo fare la doccia con te!”                                                                                  – “certo, va bene dai vieni andiamo a fare la doccia, ma no aspetta non ho portato i vestiti puliti.. non conviene fare la doccia adesso.”                                                                                                                                                                           _” allora torna a letto, abbracciami e dammi un bacio è ancora presto per andare via!”

Si convinse così a tornare a letto e ad abbracciarmi da dietro come una vera coppia, mi parlò dei suoi progetti recenti quali ad esempio l’acquisto di un appartamento  al centro e mi disse cosa ne pensavo… Non dissi nulla di particolare se non che sarebbe stato utile per lui e per avere un punto di inizio per cominciare a sistemarsi. Dopo che dissi queste  parole una strana sensazione mi assalii: sono davvero felice che finalmente lui cominci a sistemarsi? io sono inclusa nel suo domani o sono soltanto una pedina che va spostata quando c’è necessità? “devo dimenticarlo, devo dimenticarlo, mi ripeto da circa tre lunghi anni…” io sarei capace di seguirlo qualora lui mi dicesse di sì? sarei capace di gestire una relazione con 11 anni di differenza? i suoi amici sarebbero d’accordo o mi prenderebbero in giro? io sto bene quando sono con lui?  “devo dimenticarlo, devo dimenticarlo, mi ripeto da circa tre lunghi anni…” Mentre pensavo a tutto ciò mi immagino dentro un cinema seduta da sola, con i pop corn e la coca-cola accanto a me. Sta per cominciare un film speciale anche se ancora non so dargli un nome. Tutte le luci sono spente, il film comincia… La scena si apre con una stanza calda, piccola, accogliente. Un divano letto, un televisore posto in alto la stanza e di fronte il letto, due sedie che fanno da comodino rispettivamente a destra e a sinistra del letto e un armadio posto nella parte destra della stanza. Due ragazzi entrano in casa e immediatamente Lui si toglie la camicia perchè c’è molto caldo, lei invece lascia cadere il libro con cui doveva studiare in un tavolo ed entrambi si dirigono in camera da letto. Si abbracciano, Lui comincia a baciarla, a sfilarle la maglia e anche il reggiseno.. Lui si  toglie le scarpe e nel frattempo scruta la ragazza, la guarda ma non dice nulla. La ragazza sembrava imbarazzata ma nello stesso tempo sapeva bene quello che voleva, era molto sicura della sua bellezza e dei suoi movimenti così che sfila i pantaloni del ragazzo ed entrambi finiscono a letto… tra baci e carezze varie cominciano a fare l’amore con una sintonia che pochi riescono ad avere. Una volta sola non basta, sentono il bisogno di toccarsi ancora, di assaggiare ancora un’altra volta le labbra, i seni, i sensi, le emozioni, i desideri dell’altro, di Vivere ancora e di essere felici. Dopo che hanno fatto nuovamente l’amore e che tutto fu concluso però non vedo nei loro occhi disinteresse come si può benissimo pensare, anzi vedo che lui adesso prende delle foto e comincia a mostrarle alla ragazza. Lei tutta sorpresa e felice di questo gesto da parte del ragazzo si lascia raccontare la sua vita, i suoi 17 anni, i suoi 21 anni ma anche i 19. A questo punto però sembra  essere lui geloso della ragazza e di interessarsi a quello che fa, se ha qualcuno, un fidanzato, un amico che gli corre dietro ma lei dice prontamente che non ha nessuno perchè al momento c’è lui. Un momento dopo però, come se la ragazza ci avesse riflettuto su, gli disse che quell’inverno sarebbe stata nella stessa città del ragazzo ma che non si sarebbero visti.. lui allora come se fosse risentito risponde: mi hai già parcheggiato, grazie!. Lei dunque rispose con un sorriso dicendo: sei tu che mi hai parcheggiato e non vuoi ammetterlo, altrimenti saremmo fidanzati e non dovresti pensare alla tua ragazza. Il ragazzo la lasciò all’università dopo avere preso un gelato insieme e quando lei stava per chiudere lo sportello si dissero due cose importanti: lui, contento che lei non si sarebbe fidanzata se lui prima non le avrebbe dato una risposta sincera sul loro rapporto futuro mentre lei che in quello stesso pomeriggio che lui sarebbe dovuto stare con la sua ragazza ha rinunciato, ha preferito vederla e rischiare per lei.                                                             Mi accorgo solo quando il film è finito che in realtà i protagonisti  siamo stati noi… Lui e Lei, noi e la nostra età, quella che abbiamo creato insieme.

Mi guardo per l’ennesima volta allora specchio: rivedo finalmente me stessa senza di te e mi chiedo: è stato solo un sogno?  mi sono innamorata di Lui? “si penso di amarlo, dico confusa”.

Oh, se solo io potessi entrare all’università, forse ti amerei più di quanto immagini.

J.A

Post-maturità.

Mi sono risvegliata improvvisamente, ho preso 95/100!

Semplice, naturale e spontaneo! Sono soddisfatta di me stessa e di quello che ho coltivato in questi anni di duro lavoro; ho studiato, pianto,ho sentito finire tutte le forze e improvvisamente riacquistarle … Eppure questa mattina quando ho sentito del voto, quando l’ho letto e ho potuto comprendere che ce l’avevo fatta una cosa sola mi è venuta in mente: RO-BER.TO! ❤

Niente più, niente meno, un solo nome, forse quello che ho sempre tenuto dentro il mio cuore: ROBERTO, ANCORA UNA VOLTA!

Che cosa strana mi son detta.. potevano venirmi in mente diversi nomi tipo: Giovanni, Salvatore o addirittura Antonio ma niente di tutto questo; non mi sarei mai immaginata tale pensiero eppure quando ottengo le cose più importanti penso sempre lui, mi sovviene sempre questo nome dal nulla, chi sa perchè,chi sa per cosa ma io l’ho amato follemente e so che questo non svanirà mai! ❤ A distanza di anni ormai ho provato a dimenticarti; ho cercato di dimenticare gli 8 mesi passati insieme con una relazione di 2 anni che, al giorno d’oggi sembra essere passata una vita e in realtà non è servita a niente; ansi, ha alimentato e  rafforzato giorno per giorno, mese per mese quello che io ho sempre sostenuto: non ero innamorata di Antonio, ho cercato di amarlo pensando che fossi Tu, ho cercato di accontentarmi ma come è nel mio carattere schietto e sincero un giorno non ce l’ho fatta più ed  Antonio non era Roberto. Sono riuscita a dire basta a qualcosa che credevo “amare”; che amarezza! Da allora ho ripreso a pensare, a pensarti e niente, assolutamente niente mi ha più tolto TE dal mio cuore, persino stamattina ho ripensato a quello che eravamo 4 anni fa, IO e TE.

Può essere sbagliato o addirittura folle quello che sto per dire:

IO SO CHE TU MI AMAVI MA NON MI AMAVI ABBASTANZA DA POTER CAMBIARE! <3.

Così come nei film horror, tu spunti sempre dal nulla e anche se non ti posso più parlare di presenza, ne vederti visto che sei a 10.000 km da me, sento sempre che tu ci sei. Ecco perchè prima dell’orale ho ripescato i due dadi che ti ho rubato,l’accendino bianco delle wiston blu, e naturalmente non potevano mancare le wiston blu a farmi compagnia! Non so perchè io ti voglia bene ancora ma qualche risposta forse sto cominciando a darmela: sei tu il mio primo grande amore!

Ogni volta che penso a noi ascolto sempre una canzone, sempre la stessa, la nostra! ❤

Certo che rivederti ancora adesso
qualche brivido mi da,
certo che non è più lo stesso,
e tu puoi non credermi
ma non ti ho scordata mai, davvero.
Certo che sto cercando ancora adesso
un equilibrio che forse non ho
quello che tu dicevi sempre
d’esser sicura di
averne trovato un po
con me.
Forse chissà come sarebbe stata
la mia vita insieme a te
me lo sono chiesto spesso sai
me lo chiedo ancora adesso sai.
E mi torna in mente quando eri
la ragazza del mio cuore tu
quella luce che negli occhi avevi
come vedo non si è spenta più.
Ti vorrei ti vorrei rivivere
anche solo per un attimo
io vorrei rivivere
quella prima volta io e te
Ma si,
Sei bella ancora adesso.
Mentre mi parli passi la tua mano
fra i capelli ancora lunghi che hai
come se volessi accarezzare piano
un pensiero che
non confesseresti mai, no mai.
Forse chissà sarebbe andata poi
diversamente anche per te,
tutto questo chi può dirlo
tutto il resto è troppo tardi ormai.
E mi torna in mente quando eri
la ragazza del mio cuore tu
quella luce che negli occhi avevi
come vedo non si è spenta più
ti vorrei ti vorrei rivivere
anche solo per un attimo
io vorrei rivivere
quella prima volta io e te
e mi torna in mente in un momento
tutto il mondo di quei giorni miei
più ti guardo e più mi guardo dentro
uno stormo di ricordi sei..
Ti vorrei ti vorrei rivivere
anche solo per un attimo
io vorrei rivivere
quella prima volta io e te.
Sei bella ancora adesso
E mi torna in mente quando eri
la ragazza del mio cuore tu
quella luce che negli occhi avevi
come vedo non si è spenta più.
Ti vorrei ti vorrei rivivere
anche solo per un attimo
io vorrei rivivere
quella prima volta io e te

Ogni volta che la sento al telefono la canto sempre, immancabilmente a squarcia gola 😄 é come se fosse una cosa incontrollabile da parte mia e con questa, con queste parole ti ricordo, ricordo te e me il 02. agosto del 2011 insieme <3. Mi è sempre piaciuto quando mi hai detto TI AMO, non lo dimenticherò mai! nemmeno sai quel 12. luglio 2011 quando abbiamo messo il “lucchetto” ed una cosa mi ha colpito: “io ti amerò o ti odierò, per sempre; con te è bianco o è nero,” Così è stato effettivamente tra noi due, non siamo mai stati amici ne lo saremo mai anche se non ti nego che per me da quando ci siamo lasciati, io non ho più amato sul serio, solo per gioco facendomi talvolta male… cercando sempre  di ricercarti in qualcun’altro, ma nessuno è come te! Ricorda che non ti dimenticherò mai anche se per circa 3 anni ho tentato di farlo,      “Ti vorrei ti vorrei rivivere, anche solo per un attimo, io vorrei rivivere quella prima volta io e te”.

Sei e sarai sempre per me l’unico, l’unico che abbia saputo accendere in me il desiderio di amare, di vivere la vita al massimo e di fregarmene delle persone attorno a me! ❤

TI HO AMATO CON TUTTA ME STESSA, TI AMO E TI VOGLIO BENE ANCORA TUTT’ORA E TE NE VORRò SEMPRE, QUALSIASI COSA MI ACCADRà IN FUTURO, AVRAI SEMPRE UN POSTO PARTICOLARE DENTRO IL MIO CUORE CHE CUSTODIRò GELOSAMENTE COME HO SEMPRE FATTO IN QUESTI ANNI!

Non so se mi fidanzerò, non so se amerò più ma ho promesso che questa volta amerò solo qualcuno che mi piaccia davvero, che non sia solo un semplice gioco;solo così riuscirò apparentemente a dimenticarmi di te. Sei sempre stato un punto debole per me, che solo 2, 3 persone sanno… Ecco perchè molti mi credono insensibile, non hanno mai saputo che il mio punto debole non sono ne parole, ne offese, ma solo un nome e un ricordo indelebile: ROBERTO! ❤

Ecco inoltre perchè non mi hanno mai vista cadere veramente, ne piangere ne urlare di dolore! Mi credono senza cuore e cattiva, quella che non ha mai parole di conforto, quella che non piange mai ne riferisce parola sulle sue esperienze, che tende sempre a dimenticare e a nascondersi dall’amore; io infondo glielo lascio credere, mi piace vederli all’azione e in qualche modo cercare di capirmi, cosa che solo un’unica persona ha fatto in tutta la mia vita: TU. Tu hai conosciuto la parte migliore e peggiore di me, la parte orgogliosa, le mille facce di Angelica, Juliette, Amelie tutte quante insieme! Sapevi farmi essere stronza, ribelle e dolce nello stesso istante! una cosa che, nessuno dopo di te ha mai saputo farmi uscire. Ecco il segreto per conquistare il mio cuore: far mettere tutti i pezzi del pazzle insieme contemporaneamente, dove il tempo del passato si accorcia con quello del presente in modo da annullarlo completamente, dove la mia barriera crolla e io possa mettermi a nudo!

No non succederà, di Roberto ne esiste uno solo per fortuna! ❤

Ricorda che:

IL PIù GRANDE SPETTACOLO DOPO IL BIG BANG SIAMO NOI, IO E TE, IO E TE! ❤

JULIETTE.